Superbonus110: cosa rischia un professionista che dichiara il falso

sanzioni_multe.jpg

Se ieri vi abbiamo parlato del soggetto responsabile dei lavori di efficientamento energetico, oggi vi diciamo cosa rischia in caso di dichiarazioni false.

L’articolo 119 del Decreto Rilancio stabilisce che chi rilascia documenti asseverativi deve avere una qualifica professionale, ossia soggetti che, secondo l’art. 359 del codice penale, offrono un servizio di  pubblica necessità.

Di cosa può essere accusato un professionista che dichiara il falso? Può essere accusato di due reati:

Per quanto riguarda i lavori di efficientamento energetico, sia l’Attestato di Prestazione Energetica (APE) che l’Asseverazione sono considerati dichiarazioni sostitutive di atto notorio e, quindi, dichiarazioni fatte al pubblico ufficiale in atto pubblico. In quanto tali, se dichiarano il falso, rappresentano il secondo reato sopra citato.

QUI trovate l’articolo 119-121 del Decreto Rilancio

Fonte Quotidiano Condominio de Il Sole 24 Ore

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Proseguendo la navigazione, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi