I documenti necessari per iniziare i lavori di efficientamento energetico

superbonus_cosa_serve.jpg

Oggi il Quotidiano Condominio de Il Sole 24 Ore ha riassunto in poche righe quali sono i documenti necessari per dare inizio ai lavori di efficientamento energetico nei condomini (e in altre tipologie di edificio) previsti dal Superbonus, una pratica che, nonostante il decreto semplificazioni, risulta essere ancora complessa.

Il primo passo per accedere alle detrazioni fiscali del 110% previste dal Superbonus è la CILA.

La Cila è la COMUNICAZIONE INIZIO LAVORI ASSEVERATA . Non puoi iniziare lavori di efficientamento energetico se non rispetti “…gli obblighi ora connessi alla Cila (Cila omessa, incompleta o infedele in punto legittimità dell’immobile) o in conseguenza di lavori difformi rispetto alla Cila stessa.

Il secondo step per accedere alle detrazioni del 110% previste dal Superbonus  è l’APE.

L’Ape è l’ATTESTATO DI PRESTAZIONE ENERGETICA. In quanto tale, serve ad attestare il doppio salto di classe energetica, ossia il raggiungimento di due classi energetiche più alte, requisito primario per iniziare i lavori di efficientamento energetico.

Il terzo passo riguarda “…la congruità delle spese sostenute per i lavori (in relazione ai prezziari delle regioni e provincie autonome, o a quelli Dei…“:

” …i tecnici abilitati asseverano il rispetto dei requisiti previsti dai decreti di cui al comma 3-ter dell’articolo 14 del decreto-legge n. 63 del 2013 e la corrispondente congruita’ delle spese sostenute in relazione agli interventi agevolati. Una copia dell’asseverazione viene trasmessa esclusivamente per via telematica all’ Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile (ENEA). Con decreto del Ministro dello sviluppo economico da emanare entro trenta giorni dalla data di entrata in vigore della legge di conversione del presente decreto, sono stabilite le modalita’ di trasmissione della suddetta asseverazione e le relative modalita’ attuative…”

Per concludere “Le asseverazioni ecobonus e sismabonus, previste dal comma 13 della norma, sigillano la conclusione dei lavori o dei singoli Sal, agevolando tanto il successivo rilascio dei visti di conformità, quanto i futuri controlli erariali.

La sanzione prevista per la non veridicità di questi documenti è la decadenza della detrazione in capo ai contribuenti.

Fonte  Quotidiano Condominio de Il Sole 24 Ore

Gazzetta Ufficiale

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Proseguendo la navigazione, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi