Amministratori di condominio: strumenti di ultima generazione

Amministratori-di-condominio-strumenti-di-ultima-generazione.jpg

Il contesto normativo dei condomini è evoluto molto negli ultimi 10 anni e ha costretto gli amministratori ad acquisire nuove competenze, strumenti e modalità operative.

Cedac Software organizza periodicamente degli incontri per aggiornare i professionisti del settore, mettendo a disposizione delle soluzioni pratiche per semplificare il loro lavoro nonostante le nuove normative.

 

Il 13 febbraio 2016 con la presentazione “Dal D. Lgs. 102/2014 ai nuovi servizi innovativi per la gestione del condominio”, lo staff di Cedac ha donato un POS a ogni amministratore di condominio partecipante.  Nello specifico un POS multibanca, multiconto e multifunzione, uno strumento operativo per la completa gestione di incassi e pagamenti di tutti i condomini in un’unica soluzione, anche in mobilità.

Le soluzioni hardware e software a sostegno dei professionisti sono oggi un aiuto notevole per svolgere un lavoro ordinato, veloce e sempre in regola.

 

Il tema dell’evento era legato all’evoluzione del Decreto Legislativo 4 luglio 2014 n.102 nei confronti degli edifici con impianto di riscaldamento centralizzato, che:

  • determina i criteri di misurazione e fatturazione dei consumi energetici
  • disciplina la contabilizzazione del calore per ogni unità immobiliare, rendendo obbligatoria l’installazione di contacalorie
  • affida alla normativa tecnica UNI CTI 10200:2013 e successivi aggiornamenti la regolamentazione dell’equa ripartizione dei costi di calore nel condominio

La data del 31/12/2016 (prorogata al 30 giugno 2017) era il termine ultimo per adeguarsi ed evitare sanzioni. A seguito della scadenza, il condominio e i singoli condomini che non provvederanno a installare sistemi di termoregolazione e contabilizzazione del calore individuali saranno soggetti, ciascuno, a sanzioni da 500 a 2.500€.

 

Qual è il costo della normativa per gli amministratori di condominio?

L’Energy Efficiency Directive n.27, emanata dall’Unione Europea nel 2012 stabilisce un insieme comune di misure con lo scopo di conseguire gli obiettivi principali dell’Europa relativi all’efficienza energetica, ovvero: ridurre del 20% le emissioni di gas serra entro il 2020 e portare al 20 % il risparmio energetico rispetto allo status quo (BUS – Business As Usual).

Il recepimento normativo in Italia ha coinvolto tutti i condomini con impianti centralizzati di:

  • Riscaldamento
  • Raffreddamento
  • Acqua calda sanitaria

Questo significa che ogni condominio ha visto aumentare le complicazioni relative alla contabilizzazione del calore, nuovi costi per l’adeguamento, nuove riunioni condominiali e nuovi conflitti.

La tradizionale lettura dei consumi a richiesta compresa fra 1 e 2 letture minime nell’anno termico e la stima dei costi continuano ad essere argomenti di discussione.

 

La precisione e la trasparenza sono la base per una definitiva risoluzione dei conflitti

Agli amministratori servirebbe un sistema di misurazione dei consumi attivo 24 ore su 24, sempre aggiornato alle ultime normative e in grado di calcolare con precisione la ripartizione dei costi. Ogni condomino dovrebbe poter vedere i propri consumi effettivi, i propri costi e perché no, magari ricevere consigli su come risparmiare energia.

Per evitare discussioni relative alla responsabilità su chi deve o non deve chiamare l’assistenza tecnica, allontanare i sospetti su ipotetiche manomissioni degli impianti o altro, basterebbe un sistema in grado di monitorare lo stato dell’impianto e inviare segnalazioni al manutentore: per essere sempre in sicurezza e avere tutti i dati per una rapida e precisa assistenza, che non alimenti i conflitti fra gli abitanti del palazzo.

 

Queste sono alcune delle segnalazioni emerse dal confronto con gli amministratori di condominio, i tecnici installatori e manutentori degli impianti termoidraulici e anche i condomini. Cedac ha costruito una serie di soluzioni specifiche per i loro problemi, mettendole assieme in un sistema che ha chiamato Condominio102.

Condominio102 ha quel sistema di misurazione continua sia sui consumi, sia sugli impianti ed è integrabile con eventuali sistemi di contabilizzazione già esistenti, purché compatibili con l’OMS.

L’esperienza trentennale di Cedac sui software bancari e sulla sicurezza dei dati ha tuttavia consentito la costruzione di un nuovo strumento, solo per gli amministratori.

 

I servizi bancari e il POS per gli amministratori di condomini

Come aiuto per velocizzare il lavoro Condominio102 comprende un unico internet banking attraverso cui gestire tutti i conti correnti delle banche di cui l’amministratore si avvale, ricevendo informazioni, predisponendo incassi e pagamenti per qualunque conto.

La protezione dei dati e la sicurezza delle operazioni è garantita da Cedac e dagli accordi con gli istituti bancari.

 

Anche se l’evento del 2016 è lontano, vista l’enorme utilità del POS multiplo per gli amministratori, Cedac ha deciso di includerlo come servizio aggiuntivo nella fornitura standard di Condominio102.

Per maggiori informazioni relative ai prossimi eventi di aggiornamento normativo e la richiesta di informazioni relative al sistema di Condominio102 per Amministratori di condominio, puoi contattare gli esperti di Cedac al +39 051 6139 102 o via mail a info@condominio102.it.

 

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Proseguendo la navigazione, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi