Digitalizzazione: la tecnologia da remoto da vantaggio ad obbligatorietà normativa

Mockups.png

Vi avevamo già detto che, secondo quanto stabilito dalla direttiva EU 2018/2002:

  • i contatori e i ripartitori dei costi del calore installati a partire dal 25 ottobre 2020, DEVONO essere leggibili da remoto.

Vi avevamo anche detto di tenere bene a mente due date:

  • 1° gennaio 2022: a partire da tale data, le informazioni sulla fatturazione o sui consumi dovranno essere fornite mensilmente ai residenti in immobili leggibili da remoto;
  • 1° gennaio 2027: a partire da questa data, tutte le proprietà dovranno essere convertite in lettura remota. Come si legge nella Direttiva (Ue) 2018/2002, i contatori non rimovibili e i ripartitori dei costi del calore già installati devono essere dotati di questa funzione o sostituiti da dispositivi leggibili da remoto entro il 1° gennaio 2027.

Ora vi diciamo anche che, negli immobili provvisti di lettura e contabilizzazione dei consumi da remoto, “[…] le informazioni di fatturazione o di consumo devono essere fornite ai residenti due volte all’anno o, su richiesta dell’utente, trimestralmente.”

Con il nostro sistema di misurazione, contabilizzazione e monitoraggio dei consumi, Condominio102 smart, adempi subito a tutte le obbligatorietà sopra indicate.

Noi vi diamo tutte le informazioni e gli strumenti necessari a raggiungere gli obiettivi di efficienza energetica previsti previsti dalla Direttiva EU 2012/27; a voi non resta che contattarci.

Con il superbonus 110%, possiamo garantirti anche un sistema di building automation da integrare al sistema di contabilizzazione; dai un’occhiata cliccando QUI

Cosa stai aspettando ancora? Contattaci e chiedi una consulenza gratuita.

 

Fonte Quotidiano Condominio de Il Sole 24 Ore